Pagine

lunedì 19 ottobre 2015

Il ricco stolto

Come nuovo tassello che va ad aggiungersi al percorso proposto alle classi terze inserisco un video che presenta, in chiave moderna, la parabola del ricco stolto. 
Nel progetto di vita che quest'uomo  si era dato mancava la cifra più significativa: che la vita non gli apparteneva, che il tempo gli poteva essere improvvisamente sottratto, che lui stesso – cioè, la sua anima – apparteneva ad un altro, che i suoi beni non lo avrebbero accompagnato all'ultimo viaggio e non gli avrebbero dato sollievo nell'ultimo giudizio.
L’uomo ricco viene definito stolto perché non ragionava sulle dimensioni profonde dell’esistenza, perché altrimenti avrebbe capito che non è il possesso delle cose lo scopo della vita.


Il testo di Luca è accessibile cliccando qui.

Rembrandt, "La parabola del ricco stolto", ovvero "Il cambiavalute"
La proposta didattica su questo brano è quella di realizzare una carta, tipo quella dei famosi Yugioh, per tracciare un profilo del ricco della parabola e per spiegare perché Gesù lo definisce "stolto".
Per realizzare la carta si può andare al sito readwritethink.org.
Cliccare sull'immagine per accedere direttamente al card creator.



Nessun commento:

Posta un commento